Filetti di baccalà, Roma


“Er filettaro va controcorente… “

di Kinzi@
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 4.4/5   Voti: 76

Roma, Filetti di baccalà .

Filetti di baccalà
Piazza Santa Barbara 88
(vicino a Campo de Fiori)
Roma

In tempi di diete ipocaloriche per superare di anno in anno la prova costume, di cucina macrobiotica e di crociate contro il colesterolo, a Roma resistono, duri e puri, luoghi della tradizione. Come il filettaro di piazza Santa Barbara, uno slargo di via dei Giubbonari.

La specialità , come preannuncia il nome del locale, è il baccalà fritto in pastella. Si mangia su tavoli rustici con le tovaglie di carta (da utilizzare, in caso, anche come tovaglioli, lo suggeriscono i gestori) e accompagnate con piatti altrettanto tipici e soprattutto riproposti senza variazione alcuna da anni: pane, burro e alici, puntarelle, fagioli. Il tutto innaffiato da un bicchiere di vino della casa.

I prezzi sono modici (il problema non è il portafoglio ma il fegato) e la gestione è romanamente familiare.

Il punto di forza di questo luogo è la coerenza di menù e presentazione. Chi ci torna sa cosa aspettarsi e non rimane mai deluso.

Se volete potete inoltrarvi in fondo al lungo locale per assistere al momento clou della preparazione dei piatti, quando il filetto di merluzzo viene passato nella pastella e poi immerso in tre enormi contenitori di olio bollente.

E se andate di fretta chiedete alla signora addetta alla friggitura di incartarvelo in una comoda versione d’asporto.

Che dire? Evviva i grassi polinsaturi!

Roma, Filetti di baccalà , ingresso. Roma, piazza Santa Barbara. Roma, i tavoli del locale in piazza Santa Barbara.





20 Risposte a ““Er filettaro va controcorente… “”

  1. Smeerch scrive:

    Questo me lo segno.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +4 (da 4 voto/i)
  2. robberto scrive:

    filetti ottimi.
    ma i prezzi modici sono un sogno.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +3 (da 7 voto/i)
  3. Rossella scrive:

    Per la nostra famiglia è qualcosa di più che una semplice friggitoria.
    Ci andava mia nonna nata nel 1905 a Piazza S.Giovanni.
    I filetti sono sempre sublimi.
    Ricordo me stessa e via via tutti i bambini della famiglia in visita nella cucina, meravigliati di fronte alle tre padelle e alle cuoche immerse nell’odore di fritto.
    Organizziamo sempre riunioni familiari, almeno una volta l’anno.
    Per consentire alla tradizione di non perdersi.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +6 (da 6 voto/i)
  4. willy colombini scrive:

    vorrei sapere il significato della frase-”svorta filetti”- mi serve perchè stò svolgendo una ricerca cinematografica. Grazie.
    Willy Colombini

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +4 (da 4 voto/i)
  5. fiammifero scrive:

    sono stato dal “er filettaro” con amici (eravamo in 11) abbiamo mangiato tutti due filetti a testa, una puntarella, per tutti quattro burro e alici due porzioni di formaggio e salame vino e birra alla modica cifra di 30€ cad. per quel prezzo, considerando il servizio, pretendo qualcosa di più. Non mi vedranno più.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: -3 (da 5 voto/i)
  6. fabio scrive:

    sottoscrivo il commento di fiammifero,
    è un posto da turisti, al massimo un filetto
    da mangiare passeggiando ma proprio da non andarci a cena!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +1 (da 5 voto/i)
  7. valentina scrive:

    non credo che i prezzi siano elevati visto e considerato che un filetto di baccalà surgelato ad una semplice pizzeria lo paghi sui 3.50!!! Ragioniamo prima di parlare!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +5 (da 5 voto/i)
  8. emanuela scrive:

    Concordo con valentina, è un locale tipico non da turisti e visti i prezzi per i filetti surgelati ne vale la pena. Ce ne fossero di più di locali come questo che resistono alle mode e al tempo. Per chi è romano da varie generazioni è un rito andarci almeno una volta l’anno.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +6 (da 6 voto/i)
  9. Mario scrive:

    Ciao a tutti,
    è il criterio romano romanesco, il semplice.
    Così come lo siamo ancora tutt’oggi.
    I filetti di baccalà, insieme alle puntarelle alla romana,
    spero che non siano rimaste le uniche nell’immenso mondo dell’arte culinaria di tradizione romana!
    Per ragioni di riservatezza, questa sera verso le ore 20, si è presentata una quantità di persone, d’arte, per raccogliere esperienze e la cultura dei filetti di baccalà. Tradizionale del gestore: Marcello. La conduzione è artigianale come non mai, visti i tempi d’oggi, e familiare.
    Gli scontenti, per carità, può succedere, vige l’obbligo e la caratterialità romana romanesca, in compagnia tra amici.
    Il caos si crea per via dei furbi, che si intrufolano in barba al più semplice criterio di vita: il rispetto (che non c’è).
    Se vai a mangiare i filetti di baccalà, sono prelibati, non temono confronti, quello che tu mangi dalle ore 18.
    Il lavoro comincia la mattina alle ore 9, per la preparazione, obbligatoriamente a puntino, altrimenti non mangeresti, una specialità che definire di carattere assolutamente mondiale, è dire poco.
    Ritorna e vedrai, che troverai sempre un filetto di baccalà che ti lascia soddisfatto, fin quando il sapore ti rimane in bocca. È allora che ritornerai!
    È una caratteristica esclusivamente romanesca, niente esigenze, altrimenti il lacale non esisterebbe.
    Er buchetto der filettaro, come lo chiamo io, è come le vecchie osterie di specialità!
    De sessantanni fa’.
    Na vorta principi e morti de fame, se vai là c’è solo da gustà.
    Vacce quanno c’è carma, in mezzo alla settimana, ciai più tempo pe’ gustatte tutto quello che voi.
    Se fosse un locale a 5 stelle, i filetti non potresti più mangiarli, sarebbero una scelta quantomeno…………
    Baccalà e baccalà, ne trovi diversi tipi, però vedi cosa costa lo “stoccafisso” poi regolati!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +2 (da 6 voto/i)
  10. pietro scrive:

    i prezzi sono tutt’altro che modici.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +2 (da 2 voto/i)
  11. bruno scrive:

    fate bene a non andarci… ci sarà più posto per chi apprezza!!! Ve meritate il loungebar con l’happyhour e il sushi surgelato.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +6 (da 6 voto/i)
  12. mary scrive:

    ogni volta che mi trovo a Roma non posso fare a meno di andarci… ci sono stata giovedì 10 giugno e me ne sono fatti due… divini!!!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +6 (da 6 voto/i)
  13. Pietro scrive:

    Io ci sono passato parecchie volte davanti… Ma ahimé avevo sempre già mangiato… Credete che valga la pena allora?
    Una domanda si può anche andare a pranzo o è solo per la cena? Ciao e grazie delle risposte eventuali…

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +4 (da 4 voto/i)
  14. Kinzi@ scrive:

    Ciao Pietro, è aperto solo per cena

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +3 (da 3 voto/i)
  15. Ercole scrive:

    Qui il filetto di baccalà è il “non plus ultra”.

    La confezione di un’opera d’arte: il filetto viene immerso in un pentolone di olio bollente, per un tempo misterioso. Viene pescato con una grande schiumarola, osservato, tastato, passato in un secondo e un terzo pentolone con andamento sapiente. Alla fine, questo “sacramento”, color oro, è pronto.
    Uno è poco per una goduria completa. La misura giusta, la “pinta”, è uno e mezzo. Vale un pranzo. Per gli affamati che non hanno requie, è previsto il formaggio, il salame, i fagioli. Ma sono solo riempitivi.

    I prezzi non sono mai stati modici, negli ultimi quarant’anni, ma la perfezione si paga. Se volete risparmiare, potete farne a meno. Mi spiace per voi.

    Per me ne è valsa la pena. Ho peccato più volte, lo confesso.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: 0 (da 2 voto/i)
  16. Bobo scrive:

    Le mie figlie sono la quarta generazione di “adoratori del Filettaro”. Io che oramai abito lontano, se posso… vado e … ma che me frega der prezzo si me magno er massimo della romanità nella piazzetta più bella dei giubbonari!!! Non ci venite se non sapete godere.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +1 (da 1 voto/i)
  17. paola scrive:

    Ci sono stata qualche giorno fa con il mio ragazzo, erano mesi che gli parlavo di questo fantomatico filettaro di campo dei fiori, posto casereccio economico e di buona qualità avevo raccontato, l’ultima volta ci sarò stata 10 anni fa e lo ricordavo così, beh ricordavo male, anzi malissimo. Apparte che i prezzi non li vedi se non all’interno del locale affissi su un cartellone scritto male su un muro, e poi sinceramente, ma chi è che va a guardare i prezzi di un filetto di baccalà? male, malissimoo io mi fidavo ingenuamente e ne abbiamo presi 6 hahaa!!! vabbè comunque, diciamo che il problema neanche sarebbe quello, fosse il pesce di qualità prelibata, visto che il pesce costa molto,ma aimè 5 euro a filetto per un mozziconcino di roba reso gigantesco da un esuberante strato di pastella per mascherare il nulla dentro, devo dire che qui non siamo mica fessi. Poi voglio dire costa tutto 5 euro, anche i fagioli in scatola, anche un piattino di insalata con un alice spezzettata, noi abbiamo speso 26 euro a testa per tutti questi motivi: per distrazione nei prezzi e per mangiare pastella fritta e salata! ADDIO filettaro storico di campo dei fiori!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +2 (da 2 voto/i)
  18. fernando scrive:

    Ci sono stato ieri sera ed ho constatato, data l’ubicazione, che è il classico locale da abbocco per ignari turisti, i filetti di baccalà, serviti al non modico prezzo di 5 euro cadauno, altro non sono che un ammasso di deforme pastella con all’interno minime tracce di polpa di presunto baccalà costituito prevalentemente da pelle grigiastra da scartare.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +2 (da 2 voto/i)
  19. mariagrazia campa scrive:

    Vergogna vergogna il filettaro che era il migliore di Roma ora è diventato un posto per spellare (non il baccalà che sarebbe meglio farlo) ma i turisti, ricordatevi che i turisti passano e i romani restano e sono in molti che come me, invece di venire una volta a settimana per tradizione, ora vengono una volta l’anno costretti da amici o parenti stranieri che hanno sentito parlare del filettaro. Poi quando vedono i prezzi e assaggiato un’ottima pastella, con un’ombra di salato e pieno di pelle di baccalà, dicono che non torneranno più. Pensateci i soldi saranno gli stessi se non di più, ma la qualità e la dignità saranno sicuramente maggiori.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: 0 (da 0 voto/i)
  20. norberto scrive:

    e non solo i prezzi quasi raddoppiati e la pelle, anche il formato è cambiato: con la vecchia gestione i filetti erano larghi tre dita e lunghi un palmo, da qualche anno sembrano bastoncini Findus, e ne hanno hanche il sapore – è inutile, negli ultimi tempi mangio bene solo all’osteria de casa mia!!!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: 0 (da 0 voto/i)


Lascia un commento

Devi essere registrato e loggato per lasciare un commento.
Vuoi registrarti a Nessundove?