L'arte da vivere e da indossare di Erzsebet Palasti


Arte da vivere. E da indossare

di Kinzi@
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 5.0/5   Voti: 6

Vestiti d'arte per sentirsi a proprio agio, ceramiche e tele: abbiamo scoperto il mondo di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsabet Palasti.
Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Il mondo di Erzsebet Palasti è fatto di colori accesi e movimento, di simmetrie non per forza armoniose, di segni grafici ricorrenti, declinati in innumerevoli materiali – tela, stoffa, ceramica… – secondo tecniche disparate. Si manifesta, prorompente e accogliente, non appena si mette piede nell’abitazione romana di questa artista ungherese.

E ci si starebbe ore, in questa dimora-laboratorio, a srotolare tappeti dai colori vividi per scoprire per quale ambiente li ha immaginati; a osservare piccoli mostri archetipi di cartoni animati ascoltando l’idea da cui sono nati; a seguire con il dito i disegni blu su piatti in ceramica bianchi che sarebbero perfetti per rendere allegro un pranzo.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Capita, in questa casa, di scoprire di essere sedute su sedie in ferro battuto trasformate in opere d’arte: sono una diversa dall’altra, colorate di arancione, azzurro o giallo, con la seduta in legno ornata da esserini simmetrici “che non vogliono comunicare un’idea di armonia, anzi”.

“L’arte non è qualcosa da mostrare, ma da vivere”, dice Erzsebet mostrando i vestiti che realizza solo dopo aver visto la persona che li dovrà indossare e aver compreso l’occasione: solo così, come in un’intuizione, individua modello, stoffe e colori giusti.

Il punto di partenza è il più diverso: una forma, un tessuto, un disegno, un colore. La lavorazione anche, può basarsi su (o unire) stampa, serigrafia, ricamo, collage. Ecco che allora la stoffa da tappezzerie fiorata retrò diventa una elegante gonna serigrafata e il disegno di un insetto preso da un libro illustrato suggerisce motivo e colori perfetti per eleganti calze a righe verdi e nere.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Erzsebet tira fuori una raffinata stoffa giapponese in cui già intravede la sagoma di un abito-pipistrello; ci mostra un vestito confezionato accostando tessuti diversi nei colori e nella trama e ispirato a una farfalla; fa volteggiare una gonna bianca e delicata con un ricamo rosso che propone le forme degli esserini che cominciano a sembrarci familiari.

Non vuole abiti che nascondano, neppure che esaltino punti di forza. “Lo sguardo non si deve fermare, deve girare come davanti a un quadro. Vestire per me è come scolpire, facendo però emergere la personalità più autentica”.

Magari non si decifra tutto, e forse non è neanche necessario. Ma si scorge l’intuizione, la fantasia, l’estro, l’idea di generare una bellezza che renda felici. Un mondo da scoprire.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.

Roma, le creazioni di Erzsebet Palasti.





Lascia un commento

Devi essere registrato e loggato per lasciare un commento.
Vuoi registrarti a Nessundove?