I dolci di nonna Vincenza, pasticceria siciliana


Nonna Vincenza è atterrata a Roma

di Kinzi@
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 5.0/5   Voti: 3

Nonna Vincenza da Agira è arrivata a Roma, passando dagli aeroporti.
I dolci di nonna Vincenza
Via Arco del Monte, 98
Roma

Piazza Monte Citorio, 116
Roma
Guarda la mappa

I dolci di nonna Vincenza, i cannoli.
I dolci di nonna Vincenza, i cannoli.

Fino a qualche mese fa, per portare di ritorno da un viaggio in Sicilia cannoli appena fatti ci si metteva in coda nel punto vendita dentro lo scalo di Catania. Ora, per i romani, non è più necessario: paste freschissime si trovano nei due nuovi locali di Nonna Vincenza (per inciso, la signora esiste e ha di recente visitato i punti vendita aperti nella capitale) appena inaugurati, uno vicino a Campo de Fiori, l’altro a Monte Citorio.

Roma, I dolci di Nonna Vincenza.

Roma, I dolci di Nonna Vincenza.

Il capo-pasticcere è arrivato direttamente dalla Sicilia e a Roma si è fermato, nel laboratorio di via Arco del Monte. E si vede, a giudicare dall’autenticità dei sapori di granite e cannolicchi.

I locali sono pensati più per il take away che per il consumo sul posto. In comune hanno mobili in legno che richiamano l’antico. In uno c’è una manciata di tavolini con sedie trasparenti, nell’altro delle ampie poltrone in pelle nera. Ma tutto sommato poco invita a rimanere, e un po’ dispiace. C’è in entrambi i locali una stanza con esposti rosoli e pacchetti di dolci, disposti su un largo tavolo di legno e in armadi vetrati. Crema di pistacchio di Bronte, olivette di Sant’Agata, cornetti di mandorle, pasta reale, crema bianca di mandorle di Sicilia e tanto altro sono i pezzi di una gustosa e dolce esposizione.

Roma, I dolci di Nonna Vincenza.

Roma, I dolci di Nonna Vincenza.

Roma, I dolci di Nonna Vincenza.

Roma, I dolci di Nonna Vincenza.

I dolci, cannoli, cassate e cassatelle di Agira, sono freschissimi. Le granite (al pistacchio, mandorle, fragole, cioccolato, quando ci siamo stati noi) hanno un’ottima consistenza. Un po’ come quelle di Mizzica, all’inizio, appena aperto a Roma. Peccato siano servite in bicchieri di plastica, con la mancanza di un tavolino in cui fermarsi per assaporare, poco conciliano il rito della granita, lento e concentrato si consuma meglio. Ma tant’è: i prodotti sono buoni e meritano una sosta.

Roma, I dolci di Nonna Vincenza.

Roma, I dolci di Nonna Vincenza.

Visualizza a una dimensione maggiore





Lascia un commento

Devi essere registrato e loggato per lasciare un commento.
Vuoi registrarti a Nessundove?