Ladurée


Macaron therapy

di Tempesta
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 4.9/5   Voti: 12

Avete un'amica malinconica perché 'è la Croisette il posto giusto questa settimana'? La collezione inverno Vuitton vi ha ricordato come vi stanno le gonne ampie? Non vi è piaciuto l'ultimo di Vargas? Riconciliatevi con la Francia con la macaron therapy.
Ladurée
Via Spadari, 6
Milano
Tel. +39 02 876149

Orari di apertura: lunedì 14:30 - 19:30;
dal martedì al sabato 10:00 - 19:30;
domenica 10:00 - 14:30


Guarda la mappa

Milano, l'ingresso di Ladurée a Milano.

A Milano è già mania, tutti parlano dei macaron!

Eleganti, sfiziosi, colorati e chic, i macaron (quelli del film di Sofia Coppola, quelli che fanno impazzire Carlà e le figlie di Obama) prendono casa a Milano, fra Peck, Cracco e il Duomo. C’è ancora qualcuno che crede nel caso?

Milano, Ladurée. Milano, Ladurée. Milano, Ladurée. Milano, Ladurée. Milano, Ladurée. Milano, Ladurée. Milano, Ladurée. Milano, Ladurée.

Ci siamo stati di venerdì nel tardo pomeriggio, in pieno acquazzone nella speranza scoraggiasse la folla, perchè qui si parla di code che attraversano la strada. Entrarci è un’esperienza, si sta in fila dietro il cordone a picco sul bancone, rivestito in legno di mogano e in marmo, scrigno della preziosa palette di colori. Pareti verdi con medaglioni in gesso bianco, soffitti a trompe-l’oeil e un secondo piano che promette un futuro di delicate soste. L’elegante savoir-faire del personale ti convince una volta per tutte che quegli otto euro l’etto sono davvero un investimento, non una follia.

Se non vuoi restar sopraffatto dall’emozione e rischiare la scena muta fai mente locale sui sapori prima che sia il tuo turno, quali vuoi portarti nel cofanetto mauve, verde pallido o giallo che, una volta finite le preziose cialde, resterà con te inevitabilmente a lungo. Da Ladurée si sceglie con perizia, gusti permanenti come Vanille, Café, Chocolat, Pistache, Pétales de Roses, Fleur d’oranger e Cassis Violette o stagionali come il Mangue Jasmin, Fruit rouges, Menthe e Pain d’épices.

Oltre ai macarons, i cioccolatini (davvero intensi), le candele, e persino una shopping bag col ritratto del dolce francese nato nella seconda metà del secolo scorso, per mano di Pierre Desfontaines un cugino di Louis Ernest Ladurée, il fondatore della pasticceria.

Te ne vai con la fragranza mughetto che qualche ora prima attraversava Parigi dove ogni stagione è salutata da un nuovo profumo. Vezzo o passione vera? Dei macaron sentiremo a lungo parlare.

Visualizza a una dimensione maggiore





10 Risposte a “Macaron therapy”

  1. laura scrive:

    Abito vicino e non ho mai visto queste code lunghissime anche perchè il prezzo non è esattamente popolare. Non parliamo poi del prezzo delle scatolette: follia pura!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +2 (da 2 voto/i)
  2. Jacqueline scrive:

    Finalmeeeeeente!
    Anche se nel film di Sofia Coppola erano anacronistici, come sono belli i macarons… e buoni!
    A Milano si vendono anche éclairs e religieuses?
    Jacqueline
    ‘Douce France/
    chère pistache de mon enfance/

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +1 (da 1 voto/i)
  3. Elena scrive:

    ci sono stata sabato pomeriggio e la coda invadeva metà strada… sigh…
    Confesso che l’attesa è stata ottimamente ripagata.
    I macarons al petalo di rosa e violetta + ribes nero sono eccezionali!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +2 (da 2 voto/i)
  4. Tishani scrive:

    Vero Laura, è una follia.
    Ma una follia ogni tanto non dovremmo concedercela?
    Assaggiati quelli classici, deliziosi!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +1 (da 1 voto/i)
  5. laura scrive:

    In compenso sono felice perché probabilmente Peck non venderà più quegli orrendi macaron che aveva un anno fa: 11€ l’uno e terribili!
    Per mia fortuna mia figlia è bravissima in pasticceria ed ogni tanto prepara i macaron Ispahan!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: 0 (da 2 voto/i)
  6. Milanesina scrive:

    Io ci sono stata: nel giro di 10 minuti (il tempo di far un giro da Peck) il negozio si era svuotato.
    I macarons sono deliziosi, aggiungo due note negative: il maestro delle danze (un tizio francese di nero vestito, con occhialoni a montatura pesante nera tipo Monsieur Yves Saint Laurent) un po’ altezzoso cercava di far entrare le clienti nelle fila e riportarle all’ordine; noi curiose a naso all’aria intente a guardare borsine, confezioni, candele e gusti più che a seguire i suoi Diktat; fortunatamente la sua antipatia è bilanciata da commesse e cassiera molto cortesi e rispettose delle clienti, visto i prezzi.
    In vetrina spicca un bel cartello che invita a conservare i macarons in frigorifero e consumarli entro 3 giorni. Per gola non durano così tanto, ma se li conservate il ripieno perde consistenza e il biscotto esterno perde croccantezza.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: 0 (da 0 voto/i)
  7. Arashi scrive:

    Ma quanto costerà comprare due-tre macarons?

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: 0 (da 0 voto/i)
  8. Nessundove scrive:

    Ciao, non ricordo esattamente.
    Mi pare poco più di 1 Euro, una follia insomma!
    ;)

    VN:F [1.9.22_1171]
     Rating: 0 (da 0 voto/i)
  9. Elisabetta scrive:

    Mandate a domicilio le confezioni di Macarons? I costi? Grazie

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: 0 (da 0 voto/i)
  10. FrancyV scrive:

    Una follia??
    A me sembra un prezzo ragionevolissimo visto la particolarità del prodotto inedito in Italia e la pasticceria di “marca” che li produce!!
    Non vedo l’ora di assaggiarne uno!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +2 (da 2 voto/i)


Lascia un commento

Devi essere registrato e loggato per lasciare un commento.
Vuoi registrarti a Nessundove?