Il luogo di Aimo e Nadia, ristorante


“Me-le mangio” e altre storie: spazio ai sensi

di Kuspoli
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 5.0/5   Voti: 3

Il luogo di Aimo e Nadia, ristorante

Il Luogo di Aimo e Nadia è un ritrovo per pochi, veri appassionati di cultura eno-gastronomica, in cerca di sensazioni... sensazionali. Diciamo pochi perchĂ© pochi sono i coperti e soprattutto perchĂ© non sono numerose le persone disposte a spendere cifre a due zeri per commensale. Consigliamo di abbandonarsi ai piaceri selezionati dei menĂą di degustazione. Tra l’altro, per la "modica" cifra di 85 euro abbiamo optato per una scelta raffinata ed accuratissima di 7 calici in abbinamento. Leggi tutto



I mercati di Roma


Non solo Porta Portese: mappa dei mercati di Roma

di Kinzi@
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 0.0/5   Voti: 0

I mercati di Roma

Storia, colori, profumi. E occasioni. La capitale vista attraverso i suoi numerosi mercati. Un sito li racconta.
Luoghi di incontro e di convenzienza, in cui ritrovare sapori e cogliere occasioni. I mercati di Roma, rumorosi e colorati, sono l'anima e la storia dei quartieri di un a cittĂ  che trova la sua identitĂ  proprio nella summa di quartieri tanto diversi tra loro. Leggi tutto



Da Maria, trattoria


W la Maria

di Tempesta
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 5.0/5   Voti: 2

Da Maria, trattoria

È aperta dal 1946, è la trattoria piĂą celebre di Genova. La conoscono tutti, la frequentano in tanti. Ricordando Maria.
Il cibo è rustico e arriva veloce dalle cucine al tavolo, la scelta genovese davvero, tutto un pesto, sugo di noci, pansoti e trenette, condiggiun, stoccafisso accomodato, torte salate e sarde. Leggi tutto



Vendita speciale Cappellini, Cassina e Nemo


Triade di design

di Tempesta
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 4.7/5   Voti: 113

Vendita speciale Cappellini, Cassina e Nemo

Il mondo di Cappellini è fantastico, forte, colorato, spesso giocoso e istintivo, o almeno questa è la proposta di Cappellini che ci conquista. L'azienda, che prende nome da Giulio Cappellini, architetto milanese, ha lanciato negli anni numerosi designer di fama ormai indiscussa, un nome su tutti Tom Dixon che per Cappellini ha disegnato, nei primi anni '90, l'essenziale e scenografica S-Chair, ormai icona del design. Leggi tutto



I ristoranti "bruttimabuoni" di Roma Nord e dintorni


Roma Nord, ristoranti brutti ma buoni

di Nic Neim
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 4.5/5   Voti: 2

I ristoranti

I ristoranti "bruttimabuoni" di Roma Nord e dintorni. Ovvero quei posti dove: l'arredamento non è di design, si può mangiare bene la cucina tipica e quando arriva il conto non ti passa il buon umore.
Ristorante da Gegno Vino & Cucina Via Prati della Farnesina, 10/12 - (zona Ponte Milvio) Tel. +39 06 3336166 Ambiente anni Settanta, gestione familiare e cucina tipica romana. Consigliato il "triathlon del carboidrato": matriciana, grigia e carbonara. Immancabile il quadro con il "mangiatore di fagioli". E d'estate si può stare fuori in veranda o nel giardino interno. Leggi tutto



Rosti, ristorante in zona Pigneto


Tavoli sociali in inverno, bocce in estate

di Kinzi@
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 5.0/5   Voti: 2

Rosti, ristorante in zona Pigneto

Dentro, sappiatelo, solo tavoli sociali. Il dibattito è aperto: occasioni d’incontro o disagio nel sentire il vicino troppo prossimo? Forse dipende solo dal vicino. L'ambiente, diviso in tre sale, comunque è arioso, le linee rette, i soffitti alti e la cucina a vista.
La formula è estremamente elastica (come succede da tempo da Primo al Pigneto che non a caso con Rosti condivide un socio): dalla colazione italiana, iberica, inglese o nordeuropea si passa al brunch, dal pranzo all'apertivo e alla cena. Leggi tutto



Ham Holy Burger, fast-food


Digital Burger

di Tempesta
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 5.0/5   Voti: 3

Ham Holy Burger, fast-food

Da Ham Holy Burger il mood è digital, l’hamburger no.
Locale informale e 'giovane', si sceglie su ipad, si ordina e l'hamburger arriva veloce, si gestiscono richieste personalizzate, si aggiunge da bere e si può cambiare idea e poi si spia in cucina e con la webcam ben puntata è divertente. Lo stupore iniziale rispetto a un processo ancora inconsueto fa conversazione ma resta la versione cartacea del menu, per chi preferisce non lasciare impronte digitali. Leggi tutto



Jazz clandestino, raccolta fondi per gli scolari del villaggio di Sinde


Dal Jazz allo Zambia: mini-borse per scolari

di Kinzi@
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 5.0/5   Voti: 5

Jazz clandestino, raccolta fondi per gli scolari del villaggio di Sinde

Nel villaggio di Sinde, vicino Livingstone, andare a scuola è un lusso. Vi raccontiamo di un'iniziativa per raccogliere fondi per mini borse di studio: 150 dollari per divisa, scarpe e retta per il cibo per un anno.
Una divisa, un paio di scarpe, la retta per pagare il cibo. Tre semplici cose che per un bambino in Zambia fanno la differenza, tra l'andare a scuola o no, tra l'avere una chance per un futuro dignitoso e il non averla. Leggi tutto