Locanda della Vecchia Miniera a Ollomont, Aosta


L’era glaciale: di una nevicata a Ollomont

di Tempesta
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 4.6/5   Voti: 28

Locanda della Vecchia Miniera

Locanda della Vecchia Miniera
Frazione Rey, 11
Ollomont, Aosta
Tel. e fax +39 0165 73414
info@locandavecchiaminiera.it
http://www.locandavecchiaminiera.it
Chiuso il martedì

C’era una volta una miniera, nella montagna accanto a questa deliziosa locanda ricavata da una casa del ’700, a Ollomont. A fine anni 90 Valentina e Daniele l’hanno ristrutturata e trasformata in un piccolo e accogliente hotel.

Non sembra un privilegio dormire in una locanda con solo cinque camere e cenare in un ristorante con una ventina di coperti? Ci siamo stati quell’inverno che fece tanta neve, quel giorno che fece tanta neve. Tanta, che eravamo certi di restare bloccati lì con quella sensazione di isolamento ovattato che solo montagna e neve sanno dare, chissà per quanto. Quelle situazioni per le quali ti viene da pensare solo al destino.
Ma il disgelo è arrivato in fretta e abbiamo dovuto lasciare la nostra camera, così ben curata e familiare, con il balcone e le travi a vista. Soggiornare qui significa mangiare qui, perché alla locanda si mangia davvero bene. Cucina Daniele ed eventualmente vi raccomandiamo una visita anche solo per la cena. I piatti sono molto curati oltre che gustosi. In particolare ricordiamo il patè.

Valentina e Daniele sono gentili e riservati com’è la gente di qui, sapranno consigliarvi se desiderate sciare o indicarvi un sentiero per una passeggiata con le racchette da neve. Al bar della locanda potrete consumare una tisana e divertirvi a sfogliare giornali e guide decidendo cosa fare.

A colazione marmellate, yogurt e brioche, perché in montagna si sa, vien fame!





3 Risposte a “L’era glaciale: di una nevicata a Ollomont”

  1. Giorgio scrive:

    Mi spiace contraddire Tempesta ma la mia esperienza √® stata tutt’altro che felice…. Ho prenotato un sabato sera per otto persone (quattro bambini) e gi√† l’accoglienza, sebbene il posto c’era, non √® stata di quelle che ti mettono a tuo agio… ci √® stata proposta la carta dei vini ed un menu a voce senza saperne i costi… nonostante tenessimo i pargoli sotto tiro si avvertiva quasi il fastidio che emanava la nostra tavolata rispetto a tre tavoli dove cenavano altrettante coppie… ogni richiesta era una sofferenza e anche la distinzione per chi voleva solo un primo o solo un secondo ci √® stato detto portava un problema di comanda… credo che la ristorazione sia un arte e come tale la si deve vivere con passione ed amore… non abbiamo avvertito niente di tutto ci√≤… il problema erano i bambini in un locale simil-chic montano…? bastava dirlo… in ogni caso alla fine la cena √® stata, nonostante tutto, ben retribuita… conclusione; se avete bambini alla larga, se volete passare un weekend romantico , se proprio non avere altri posti dove andare…

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: 0 (da 0 voto/i)
  2. tempesta scrive:

    Caro Giorgio,
    il suo intervento è interessante e utile perché racconta un altro punto di vista, per giunta a due anni dal primo.
    Facciamo cos√¨, quando possibile, ci torniamo con tutti i bambini di Nessundove…
    Grazie
    Tempesta

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: 0 (da 0 voto/i)
  3. Barbara scrive:

    Io ho avuto due esperienze positive in questa meravigliosa locanda.
    In effetti √® un posto da coppie, non certo da famiglie con bambini, che in montagna effettivamente non hanno che l’imbarazzo della scelta.
    È un posto tranquillo e proprio qui sta la sua particolarit√†… ergo, se avete bambini, state alla larga: gli altri ospiti vi ringrazieranno certamente.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: 0 (da 0 voto/i)


Lascia un commento

Devi essere registrato e loggato per lasciare un commento.
Vuoi registrarti a Nessundove?