Buona cucina a Roma


L’importanza della memoria

di Kinzi@
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 4.8/5   Voti: 24

Roma, Ristorante L'Arcangelo

Ristorante L'Arcangelo
Via Giuseppe Gioacchino Belli, 59/61
Roma
Tel. +39 06 3210992
Guarda la mappa

Arcangelo è uomo che non dimentica e le memorie che non riesce a far riemergere in un piatto le appende alle pareti: i plasmon sono accanto al torcione di fegato nel menĂą e i parenti piĂą cari sono scatti in bianco e nero che raccontano un’altra epoca dai muri del locale.

Roma, Ristorante L'Arcangelo. Roma, Ristorante L'Arcangelo. Roma, Ristorante L'Arcangelo. Roma, Ristorante L'Arcangelo. Roma, Ristorante L'Arcangelo.

Sembra di essere, ospiti, graditi, suoi e di sua moglie Stefania, e non in una Osteria a Prati. L’atmosfera è raccolta e sulle tovaglie candide in autunno vi attende un frutto di melograno, tondo e pieno.

Lui ti accoglie con un assaggio di pappa al pomodoro e una citazione di Guillaume Colletet ad aprire il menu (“Cogliere con ragione / il bene che ci tocca / E, seguendo i piaceri a cui / l’etĂ  ci invita, gustar / fin che si può il dolce / della vita).

Passa di tanto in tanto, per raccontare piatti e raccogliere ordini. Spiega come la molla della sua creatività in cucina sia la ricerca di radici. E tutto torna quando sulla carta trovate piatti che si chiamano Viaggio a Rocca Priora (ricotta e frittata di erbe di campo) e raffinatezze culinarie composte anche con Buondì.

Quando ci siamo stati noi il menu autunnale era appena entrato in vigore. La serata era da zuppa di ceci con frittelle di baccalĂ , ma anche l’amatriciana, evergreen con la pasta piĂą che al dente, si sposava bene ai primi freddi. Le polpette di coniglio erano in pastella con insalata di puntarelle e gli aliciotti erano intrecciati con verdure di stagione. I nomi sfuggono, la memoria rimane.

Tra i dolci siamo stati tentati dalla zuppa di cioccolato bianco con capperi. Ma poi il viaggio sensoriale ci è sembrato troppo ardito e abbiamo capitolato di fronte a una zuppa inglese e crema inglese.

Prezzi non da osteria, ma da Osteria sì. Se un viaggio nella memoria deve essere, che sia in business class.

Visualizza a una dimensione maggiore





Una risposta a “L’importanza della memoria”

  1. Arcangelo Dandini scrive:

    Grazie della bella recensione.
    Arcangelo.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: 0 (da 0 voto/i)


Lascia un commento

Devi essere registrato e loggato per lasciare un commento.
Vuoi registrarti a Nessundove?