Cena al Pastificio di San Lorenzo


Cena nel pastificio degli artisti

di Kinzi@
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 5.0/5   Voti: 2

In un ex insediamento romano di San Lorenzo un ristorante dove nulla è lasciato al caso: sapori, cura dei piatti, servizio.
Pastificio di San Lorenzo
Cucina non tradizionale
Wine&cocktail bar
Via Tiburtina, 196
Roma
Tel. +39 06 97273519

Guarda la mappa

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Pappa di melanzane.
Roma, Pastificio di San Lorenzo. Pappa di melanzane.

Il contesto vorrà dire qualcosa: i locali del ristorante Pastificio Cerere sono parte di un ex insediamento industriale nel quartiere di San Lorenzo, che è stato in passato ed è tuttora polo di attrazione per artisti: gli spazi destinati allo stoccaggio del grano sono ora ambitissimi loft.

Roma, Pastificio di San Lorenzo.

Roma, Pastificio di San Lorenzo.

L’apertura del ristorante è recente, la fama già consolidata. Giustamente, a giudicare da quello che abbiamo assaggiato in una cena che ci è parsa formalmente perfetta, intervallata da gustosi omaggi dello chef e in cui la cosa più semplice che abbiamo chiesto, una pesca, è stata servita in una forma tale da strappare un applauso.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Pane con spuma di burro e acciuga.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Pane con spuma di burro e acciuga.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Millefoglie di melanzane, burrata e datterini.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Millefoglie di melanzane, burrata e datterini.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Tartare di manzo fassona alla carbonara.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Tartare di manzo fassona alla carbonara.

I piatti sono della tradizione italiana, ma rielaborati. Molte le scelte di pesce e le crudité. Qualsiasi assaggio fatto ci ha soddisfatto. Omaggi delle chef ad apertura e a chiusura sono stati pappa di melanzane e pane con spuma di burro e acciuga.

La millefoglie di melanzane, burrata e datterini era intervallata da sfoglie sottilissime e croccanti; la tartare di manzo fassona alla carbonara aveva l’uovo di lato; la ricciola cruda era accompagnata da una pappa al pomodoro e capperi; il crudo si componeva di gamberi, scampi, ostriche.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Tartare di manzo fassona alla carbonara.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Tartare di manzo fassona alla carbonara.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Gnocchetti al nero con vongole, calamari e zucchine croccanti.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Gnocchetti al nero con vongole, calamari e zucchine croccanti.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Hamburger di tonno con pane al nero di seppia.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Hamburger di tonno con pane al nero di seppia.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Ombrina alla brace.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Ombrina alla brace.

A seguire: gnocchetti al nero con vongole, calamari e zucchine croccanti; hamburger di tonno con pane al nero di seppia (la presentazione ricordava gli hamburger di Tricolore o viceversa), l’ombrina era accompagnata da cipollotto alla brace e salsa alla cacciatora.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Tiramisù al caffè.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Tiramisù al caffè.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Mousse di yogurt, fragoline e salsa di latte e miele.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Mousse di yogurt, fragoline e salsa di latte e miele.

Non potevamo non provare i dolci: il tiramisù al caffè viene servito in una scodella da cappuccino trasparente; la mousse di yogurt, fragoline e salsa di latte e miele era delicata e dolce quanto basta. Con il caffè ci sono arrivati, graditi, assaggi di piccola pasticceria.

Servizio veloce e professionale. In quattro con una bottiglia di Majolini rosè (la cantina qui è ben servita) abbiamo speso 197,50 euro (di cui 32 per il vino).

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Piccola pasticceria.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Piccola pasticceria.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Majolini rosè.

Roma, Pastificio di San Lorenzo. Ombrina alla brace.

Visualizza a una dimensione maggiore





Lascia un commento

Devi essere registrato e loggato per lasciare un commento.
Vuoi registrarti a Nessundove?