Michael Angelo's Wonderland Beauty Parlor, NY


Specchio delle mie brame, io, la Barbie del reame!

di Tempesta
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 5.0/5   Voti: 23

New York, Michael Angelo\'s Wonderland Beauty Parlor. Copyright Michael Angelo for Wonderland Beauty Parlor.
Copyright Michael Angelo for Wonderland Beauty Parlor.

Michael Angelo's Wonderland Beauty Parlor
418 w. 13th st.
New York
Tel. +1 212 524 2800
http://www.wonderlandbeautyparlor.com
Guarda la mappa

Capita di aver bisogno di un parrucchiere in viaggio, ma capita anche di averne solo voglia.
Se poi sei a spasso in uno dei quartieri che pi√Ļ favoriscono l’immaginazione in citt√† e ti cade l’occhio su un’insegna dalla scritta rosa, dorata e piena di curve come le scritte sul diario di seconda liceo, la voglia torna ad essere un bisogno, e questa volta primario.

New York, Michael Angelo's Wonderland Beauty Parlor. Copyright Michael Angelo for Wonderland Beauty Parlor. New York, Michael Angelo's Wonderland Beauty Parlor. Copyright Michael Angelo for Wonderland Beauty Parlor. New York, Michael Angelo's Wonderland Beauty Parlor. Copyright Michael Angelo for Wonderland Beauty Parlor. New York, Michael Angelo's Wonderland Beauty Parlor. Copyright Michael Angelo for Wonderland Beauty Parlor. New York, Michael Angelo's Wonderland Beauty Parlor. Copyright Michael Angelo for Wonderland Beauty Parlor.

Così ci siamo imbattute in Wonderland, un incontro casuale, un colpo di fulmine e siamo entrate nel salotto di Micheal, Micheal Angelo hairstylist di star, supermodel e dive pop; trendsetter di forme e colori che tutte tenteremo di riprodurre davanti allo specchio di casa. Micheal, uno degli oracoli che a inizio stagione tuonano: corto!
T il New York Times style magazine inserisce Michael nella lista dei top 50 stylist della nazione, colui che trasforma i capelli in arte. Come si faceva a non entrare? Nemmeno il timore di un conto da star attenua la determinazione di raggiungere il lavatesta.

All’ingresso ci chiedono di tornare dopo mezz’ora, tempo di provare un paio di stivali/sandalo tutti frange scamosciate e siamo di ritorno. Ci sediamo al lavatesta dove, una volta riaperti gli occhi, dopo il massaggio, la vista rischia di sembrare una visione. Grandi sfere trasparenti con all’interno barbie-sirene dai lunghi capelli blu, mossi e vaporosi. Non ci posso credere, ha ragione l’amica minuta e bionda che ricorda il gioco da tavolo pi√Ļ celebre degli anni ottanta, La reginetta del ballo. FERMATI E ACQUISTA!

L’ambiente √® piacevole, un po’ star system un po’ macello. Il design ovunque. Tutto luccica e sembra raccontare di un esclusivo viaggio verso il fascino, anche le postazioni con gli specchi delle mie brame e le sedie di Starck.

Un giovane trendy ci lava i capelli, un altro ci acconcia chiacchierando sui prossimi eventi del salone e sul fatto che Case da Abitare ha recensito Wonderland tempo fa.

Aria di casa nei prodotti sui ripiani, Kerastase e Shu Uemura che dall’adolescenza torna ogni dieci anni, puntuale come i Barbapap√†, a presentare un nuovo rito di bellezza.

Un’ora per la piega, 80 dollari, sorrisi e simpatia. Ora, dov’√® finito Ken?

Visualizza a una dimensione maggiore





Lascia un commento

Devi essere registrato e loggato per lasciare un commento.
Vuoi registrarti a Nessundove?