Hammam Bleu


Tra i vapori dell’hammam. Il rituale del sé

Nessundove - da
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 4.7/5   Voti: 39

Riceviamo e volentieri pubblichiamo: Luciana ci scrive

Bologna, Hammam Bleu, l'interno

Hammam Bleu
Vicolo Barbazzi, 4
(da Piazza Cavour in direzione Tribunale
prima traversa a destra Vicolo Barbazzi)
Bologna

È gradita la prenotazione
Tel. +39 051 580162 (h. 12.30-20.00)
http://www.hammambleu.it

Sherazade, l’indimenticabile protagonista de Le Mille e una notte, diceva che una città non è perfetta se non ha il suo hammam. Anche Bologna ha il suo, nel cuore più antico della città, a pochi passi da Piazza Cavour, in Vicolo Barbazzi.

Il primo passo è quello nello spogliatoio, in cui ci si libera dei vestiti, si abbandona l’orologio, si spegne il cellulare, e si fa una rapida doccia per scrollarsi di dosso la polvere del deserto come dice la signora Gabriella, la proprietaria. Indossate le ciabattine monouso e un telo di spugna, ci si avvia lungo un corridoio in cui la luce si fa più soffusa, e una splendida porta ottocentesca sembra voler chiudere fuori lo stress e le preoccupazioni di una giornata. Varcata la porta che separa lo spazio adibito al percorso, lo sguardo è immediatamente catturato dalle splendide piastrelle con decori blu che, come precisa la proprietaria, vengono tutte dalla Turchia. E capisco il perché del nome dato all’Hammam.

Il primo step è rappresentato dalla sosta nel tepidarium, dove il corpo inizia ad acclimatarsi, a contatto con le panche di piastrelle riscaldate, dalle quali ti guardano dei graziosi pappagallini azzurri.

Arriva il momento di passare al bagno di vapore (calidarium), il vero cuore dell’hammam, dove il corpo è avvolto da una sottile nebbiolina e, alzando lo sguardo si può contemplare un soffitto costellato di luci che sfumano gradatamente nei colori dell’iride. La sosta nel calidarium è inframmezzata dalle docce meraviglia, dove l’acqua nebulizzata si sposa con le luci e i sentori di eucalipto e arancio.

Quindi si passa alla vasca idromassaggio, interamente ricoperta di mosaici verdi madreperlati, per poi prepararsi al gommage, che esfolia il corpo con l’aiuto del guanto marocchino, e al lavaggio del corpo col sapone all’olio d’oliva. Il trattamento base può essere arricchito anche con un massaggio al savon noir, sempre realizzato dalle mani sapienti dei massaggiatori. La sosta conclusiva, tra una chiacchiera e l’altra, è quella sulle chaise longue dove, sui tavolini in ferro battuto, viene servito il té alla menta.

Nei giorni pari l’hammam è riservato agli uomini, mentre in quelli dispari alle donne.
Gli orari sono su www.hammambleu.it

Bologna, Hammam Bleu, tepidarium. Bologna, Hammam Bleu, calidarium. Bologna, Hammam Bleu, vasca idromassaggio. Bologna, Hammam Bleu, gommage.





Lascia un commento

Devi essere registrato e loggato per lasciare un commento.
Vuoi registrarti a Nessundove?