Specialità tipiche alla Trattoria da Noemi


Salama e cappelletti, Ferrara nel piatto

di Kinzi@
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 4.6/5   Voti: 9

La trattoria serve specialità tipiche ferraresi e proprio sui piatti più tradizionali ci siamo indirizzati. Per primo, dunque, cappelletti.
Trattoria da Noemi
Cucina tipica ferrarese
Via Ragno, 31/A
Ferrara
Tel. e Fax +39 0532 769070
info@trattoriadanoemi.it
http://www.trattoriadanoemi.it

Guarda la mappa

Ferrara, Trattoria da Noemi.

Di morbida pasta sfoglia fatta in casa e tirata col mattarello, erano ripieni di un battuto di maiale, vitello e pollo. Così, semplici semplici, senza alcuna variante, neanche il brodo, hanno sprigionato tutto il loro autentico sapore.

Ferrara, Trattoria da Noemi.

E poi, seguendo i consigli del giorno, abbiamo provato i ravioli con la zucca conditi con burro e salvia e con un trito di tartufo, a dire il vero molto leggero, quasi impercettibile.

Ferrara. Trattoria da Noemi, i cappelletti.

Terzo primo con gnocchi di zucca conditi con formaggi.

Ferrara. Trattoria da Noemi, i ravioli con la zucca.

Di secondo, la salama da sugo servita calda su un letto di purè. Un sapore deciso, leggermente piccante, certo un piatto più adatto ai rigori invernali, fatta come è di interiora di suino, nella versione più pregiata, cotta nel vino e speziata.

Ferrara. Trattoria da Noemi, la salama da sugo.

E poi per dolce, dribblata la torta tenerina e quella di tagliatelle, ci siamo decisi per una “classica” zuppa inglese. Assaporando, ci è rimasto un dubbio: ma perché questo dolce, non originario del ferrarese, è così amato da qualche decennio a questa parte?

Il locale è nel centro storico della città degli Estensi e occupa parte del piano terra di un imponente palazzo del 400. Non è molto grande. Ai tavoli sono stese tovaglie bianco-candide e le posate sono di peso e sostanza. L’effetto è di quel candore che farebbe scegliere il locale per il pranzo della prima comunione. Il servizio è stato efficiente e veloce, di quella velocità che a stare attenti si confonde con il desiderio di liberare il tavolo per lasciare spazio al prossimo avventore. La cucina, non ci si sbaglia, è genuina e autentica.

Per tre primi, un secondo, un dessert, bevendo solo acqua, abbiamo speso 56 euro.

Ferrara. Trattoria da Noemi, la zuppa inglese. Ferrara, Hotel de Prati. Uno scorcio di Ferrara.

E se siete di passaggio a Ferrara, vi segnaliamo anche l’indirizzo di un hotel dalla posizione strategica. L’Hotel de Prati (Via Padiglioni, 5) si trova esattamente nella cerniera tra la città medievale e quella rinascimentale, tra Castello e corso Ercole D’Este I. Oltre alla posizione strategica ci sono piaciute la guida della città in camera e la colazione ricca e con prodotti bio. Una tripla è costata 95 euro.

Visualizza a una dimensione maggiore





Lascia un commento

Devi essere registrato e loggato per lasciare un commento.
Vuoi registrarti a Nessundove?