Pasticceria Supino


Vorrei un pasticcino, ma non di Supino.

di Tempesta
VN:F [1.9.22_1171]
 Media: 4.8/5   Voti: 35

Questi cannoncini non sono di Supino.

Pasticceria Supino
Via Cesare Da Sesto, 1
Milano
Tel. +39 02 89404058

Supino, live looping.

Martedì ore16.00.
S. Pronto
T. Buongiorno, volevo sapere se posso prenotare dei dolci, dei pasticcini, dei cannoncini in particolare [gentile e cauta] sarebbe per questa sera.
S. No [alterato]
T. Ci vuole pi√Ļ anticipo?
S. No. Comunque lei non è mia cliente.
T. Silenzio
S. Si capisce, io ho una clientela fissa, loro lo sanno che… [risentito] Perch√© lei non √® mia cliente, vero?
T. Lei non vuole nuovi clienti?
S. No, ma mi conoscono in tutto il mondo per le mie specialità, panettoni, dolci. Io sono conosciuto.
T. Ah, certo. La ringrazio
S. Prego

Questa sera gelato.

P.S. Era il secondo tentativo. Al primo ci siamo recati presso la pasticceria, abbiamo domandato delle paste. Ci hanno detto che le dovevamo prenotare.





17 Risposte a “Vorrei un pasticcino, ma non di Supino.”

  1. Stepius scrive:

    Mah, io non lo conoscevo. Ad Abbiategrasso c’√® Besuschio che √® buono uguale e di certo pi√Ļ simpatico… e dolce.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +5 (da 7 voto/i)
  2. enrico ferrari scrive:

    Dicono tutti che fa i migliori cannoncini…
    Entro nel negozio: bisogna prenotarli.
    Telefono una settimana dopo: non posso ordinarne pi√Ļ di dieci, perch√® stanno facendo i panettoni.
    La settimana dopo ancora (oggi) chiamo per prenotare dieci cannoncini: è periodo natalizio ci sono troppe altre cose da fare.
    Allora provo a prenotare un panettone: non si può perchè hanno finito di farli.
    Però i cannoncini erano davvero buoni.
    Il resto, neanche al cinema.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +7 (da 7 voto/i)
  3. Tempesta scrive:

    Grazie Enrico,

    pur avendo già letto della loro scortesia quasi capricciosa, qualche conferma sorprende ma fa sentire meno soli :)
    la chiamata mi era parsa così paradossale da essere riportata fedelmente.
    Comunque almeno tu li hai assaggiati!
    Tempesta

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +7 (da 7 voto/i)
  4. Cormac scrive:

    Clienti per moltissimi anni, ci siamo chiesti a lungo se, come per un grande artista, occorre passare sopra le intemperenze e limitarsi ad apprezzarne il genio… A un certo punto non ce l’abbiamo pi√Ļ fatta. Comunque, se vi capita, i cannoncini sono unici e i dolci sono buoni, anche se ci√≤ non giustifica minimamente la maleducazione (non √® mica il Van Gogh della pasticceria!).

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +7 (da 7 voto/i)
  5. roberto scrive:

    avete ragione, i titolari della supino sono maleducatissimi

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +7 (da 7 voto/i)
  6. IO scrive:

    Il discorso √® molto pi√Ļ semplice: non avete rispetto per il lavoro degli altri e di conseguenza ignorate di essere voi i maleducati. Sapete almeno cosa significa artigiano? Non credo perch√© non ne esistono pi√Ļ, soprattutto nell’ambito della pasticceria e soprattutto a Milano. Parlate senza conoscere, parlate a vanvera, √® veramente riprovevole! Vergognatevi!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: -10 (da 14 voto/i)
  7. tempesta scrive:

    Nessuno dei precedenti messaggi metteva in dubbio la qualità dei prodotti, unicamente il modo di trattare i clienti, ma questo lo spiega bene anche lei col suo commento.

    grazie

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +7 (da 7 voto/i)
  8. Milanesina scrive:

    Ahhhh!!! Allora sono cos√¨ con tutti e da anni! Vi confermo che trattano malissimo anche i ‘clienti’ a cui consigliano di prendere le paste ‘nel frigo con la luce accesa’, rifiutando di servire i cannoncini l√¨ in bella vista.
    Infatti mi hanno persa come ‘sua cliente’: ci sono Clivati, Cucchi e Gattullo in zona.
    Beh, non ho mai apprezzato neppure il loro modo di parlar male degli altri pasticceri (‘Sa, le altre pasticcerie spacciano per propri i panettoni che fanno produrre in fabbrica’).
    Ma c’√® davvero qualcuno che si azzarda a varcare ancora quella soglia?
    P.s. @IO, sono artigiani i parrucchieri, elettricisti ed idraulici e molte altre professioni, oltre ai pasticcieri. Per√≤ i Supino sono gli unici ‘artigiani’ ad essere maleducati con la clientela che paga in contanti.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +6 (da 6 voto/i)
  9. Susetta scrive:

    Come ho “fregato” Supino…
    Devo dire che l’ho fatto per ripicca e avrei anche risparmiato ma… √® da raccontare.
    Problema:
    La storia √® questa: una settimana prima del mio compleanno (che festeggiavo il 12 giugno) sono andata per la prima volta in vita mia nella pasticceria Supino. Nell’attesa che servissero un cliente (con molta calma) pensavo se mi avrebbero potuto fare il tipo di torta che desideravo: un’involucro di pasta frolla con una crema pasticcera e pinoli anche in versione al cioccolato e mandorle. Giunto il mio turno faccio la mia domanda e, dopo avermi detto che questo tipo di torte le potevo ordinare in panetteria perch√© loro fanno solo specialit√† di pasticceria, ho chiesto cosa potevano propormi di simile. Prima di dirmelo mi hanno chiesto per quante persone e dove facevo la festa. Ingenuamente ho risposto che le avrei portate, ovviamente in ambiente refrigereto, in Toscana. Negando con la testa la signora Supino mi ha detto “ah no signora, noi per portarle cos√¨ lontano non gliele facciamo, vero…?” e l√¨ √® partita tutta una sequela di motivi e di sventure nelle quali sarei incorsa portando un prodotto “fresco di laboratorio” in un viaggio al caldo di almeno 4 ore. “Non non vogliamo rimetterci il nostro nome e neanche lei signora pu√≤ rischiare di far star male i suoi ospiti”. “Giustissimo, dico” e dato che non posso esaudire il mio desiderio chiedo che mi sia confezionato un piccolo cabaret di paste al quale mi vengono aggiunti, su gentile loro offerta, 4 cannoncini, di cui uno, rotto, sono invitata ad assaggiare per scoprire la differenza tra il cannoncino appena fatto e quello consumato (quando li mangia signora?) dopo due ore.
    Soluzione:
    ho incaricato una mia amica, il giorno dopo, di ordinare le quattro torte che volevo che dovevano servire per il sabato successivo, in mattinata sarebbe venuto a ritirarle suo marito (cio√® il mio). Anche in questo caso all’ordine √® seguito interrogatorio su quando e dove si sarebbero consumate e anche sul perch√© (festa compleanno o altro). Date le opportune rassicurazioni (la festa era a Milano) il pagamento e la transazione √® avvenuta… e ci siamo portate le torte di Supino, peraltro ottime, in Toscana dove sono arrivate assolutamente fresche e senza effetti collaterali!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +8 (da 10 voto/i)
  10. Tempesta scrive:

    Grande Susetta! Sembra una sit com, dovrebbe essere pi√Ļ semplice comprare la torta per il compleanno.

    VN:F [1.9.22_1171]
     Rating: +5 (da 7 voto/i)
  11. Susetta scrive:

    in effetti la prima scelta era caduta sulla panetteria pasticceria Bottarelli in Via Spallanzani dove peraltro hanno un pasticcere che fa i dolci (quindi non il fornaio) che sono buoni e sani e che non aveva problemi a realizzare le torte che desideravo senza farmi domande. Poi mi hanno parlato di Supino e allora “mi sono montata” la testa perch√® per il mio compleanno volevo fare quel che si dice “bella figura”…e mal me ne incolse….
    Ma in fondo, a parte il prezzo (alto), mi sono anche divertita e se proprio volete dribblarli sapete come fare. Ma francamente non si meritano questa fatica e vi dir√≤ di pi√Ļ, i cannoncini, sembrano tanto buoni perch√® sono del diametro di un piccolo dito e riempiti al momento di crema inglese ma, per i miei gusti, l’involucro di zucchero √® troppo caramellato e alla fine la sfoglia manco si apprezza!
    Amen!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +4 (da 6 voto/i)
  12. rki scrive:

    Viva Supino, chi se ne frega se vende i suoi dolci ad una cerchia ristretta di clienti, i suoi dolci sono i migliori di Milano. È famoso pure in Giappone.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: -6 (da 8 voto/i)
  13. James Bond scrive:

    Questo sembra un pasticcere.
    In realtà è la reincarnazione di Michelangelo.
    Lui non fa dolci lui crea delle sculture degli affreschi.
    I famosi cannoli bisogna meritarseli.
    Bisogna sapere il lavoro che esiste alle spalle.
    L’arte, la qualit√† dei materiali la lavorazione.
    Quasi 50 anni di opere d’arte vanno tutelati.
    Voi andreste mai da Leonardo da Vinci a chiedere un dipinto pretendendo di dire come quando ecc. ecc.
    Senza esagerare è sicuramente la miglior pasticceria del mondo
    Il voto da 1 a 6 è x lo meno 6000.
    Quanto alla maleducazione è sempre un ridere e scherzare nel rispetto reciproco.
    Andate da un’artista trattatelo come tale per favore.
    È l’ultimo rimasto.
    Non vi piace? Andate all’Esselunga a prendere roba surgelata.
    O in altre pasticcerie.
    Non paragonate Del Piero al n.10 dell’oratorio.
    Questo non ha rivali.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: -5 (da 11 voto/i)
  14. maxb. scrive:

    bello, il post precendente sembra essere un perfetto spot pubblicitario. Un po’ di piedi per terra e un po’ pi√Ļ educazione non guasterebbe. Le rammento inoltre che le opere d’arte di uno scultore o di un pittore restano nei secoli. La pasticceria invece dopo poche ore finisce nella pubblica cloaca…. scusi il francesismo……
    Quadri e statue sopravvivono all’autore, il qui in discussione invece, lascer√† ai posteri null’altro che la sua maleducazione. Per altro destinata a finire presto nel oblio del tempo.

    “il tempo √® inesorabile distruttore di tutto ci√≤ che √® mediocre”

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +3 (da 5 voto/i)
  15. bill scrive:

    …pazzesco c’√® anche qualcuno che li difende!!!!!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +1 (da 1 voto/i)
  16. ferrufina scrive:

    esistono molti altri senza andare tanto lontano e sopratutto moltooooooooo pi√Ļ educati… pasticceria cova, viale monza, pasticceria gorla… questo signore supino, forse √® bravo ma non l’unico.

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +2 (da 2 voto/i)
  17. Giovanni scrive:

    Sono i pi√Ļ maleducati negozianti che io abbia mai incontrato. Se gli chiedi dei cannoncini (che tengono nel laboratorio e riempono con la crema al momento) ti dicono che non te li fanno. Ma che li tengono a fare! Non andateci lasciamo che chiuda, gente cosi non merita di lavorare. Ci sono tante pasticcerie buone a Milano possiamo sopravvivere senza genete come questa!

    VA:F [1.9.22_1171]
     Rating: +1 (da 1 voto/i)


Lascia un commento

Devi essere registrato e loggato per lasciare un commento.
Vuoi registrarti a Nessundove?